Alonso: “Nel 2022 può succedere di tutto”

Alonso: “Nel 2022 può succedere di tutto”

“Non sono tornato in F1 per i ristoranti, gli hotel e le città da visitare. Con lo spostamento delle nuove regole al 2022 dovevo decidere se tornare a correre subito o aspettare, ho preferito la prima opzione. Nel 2021 il titolo sarà ancora di Hamilton e della Mercedes, ma poi dal 2022 può succedere di tutto, scopriremo i valori in campo soltanto quando metteremo le ruote in pista”. Così FERNANDO ALONSO presentando il suo documentario ‘Fernando’ in uscita oggi su Amazon Prime ha sottolineato di essere ovviamente ambizioso in vista del suo rientro in F1 che lo vedrà al volante della Renault-Alpine a partire dalla prossima stagione.

 Alonso: “La Renault è in buona forma per il futuro” – VIDEO

Nel 2019 e nel 2020 Alonso è stato un GLOBETROTTER DEL VOLANTE e si è tolto diverse soddisfazioni: “Ho messo il ‘check’ a diverse esperienze che volevo assolutamente provare, in F1 non c’era la possibilità di essere competitivo e ho preferito cimentarmi in altre sfide. Ora però è arrivato il momento di tornare in pista, mi mancava essere in macchina ogni due settimane. Il livello di perfezione che richiede la F1 è qualcosa di unico che non si trova in nessun’altra categoria”.

Alonso vivrà il suo terzo capitolo in carriera al volante della RENAULT, scuderia con la quale si è laureato campione del mondo nel 2005 e nel 2006. La trattativa tra l’asturiano e la casa della Losanga è iniziata nel 2019: “La prima telefonata penso risalga al novembre dell’anno scorso. Pianificare il ritorno in F1 richiede tempo ed è normale che ci siano voluti dei mesi”.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: