Williams, Roberts vuole rimanere team principal

Williams, Roberts vuole rimanere team principal

Era stato nominato team principal della Williams ad interim dopo una decisione in comune presa tra gli uscenti membri della famiglia e i nuovi proprietari di Dorilton Capital. Ma ora SIMON ROBERTS vorrebbe mantenere il suo ruolo e portarlo a tempo pieno, evidentemente per continuare un percorso e una sua particolare ‘visione’ dello storico team.

Il Mugello è stata la prima gara di Roberts nella sua posizione temporanea. Non ci sono stati, come previsto, scossoni sull’organizzazione della squadra. Roberts ha infatti ammesso che potrebbe volerci un po’ più di tempo del previsto prima che Dorilton stabilisca UNA NUOVA STRUTTURA GESTIONALE, ma nel frattempo ha messo in conto di parlare con i proprietari per candidarsi come effettivo team principal e scrollarsi di dosso l’etichetta di traghettatore.

 La schedina di Seb

“L’intero processo di vendita è avvenuto molto più velocemente di quanto ognuno di noi si aspettasse e poi Claire ha preso la sua decisione, il che è stato uno shock per tutti noi. Quindi, la cosa più importante era mantenere la continuità. Sono davvero molto contento che mi sia stato chiesto di fare un passo avanti. Mi piace molto questa nuova responsabilità E SPERO DI POTER CONTINUARE A FARLO PIÙ A LUNGO, ma non ne abbiamo mai discusso da Monza a oggi. C’è molto lavoro da fare, e siamo tutti concentrati sul campionato: poi arriverà anche il tempo di parlare di queste cose“, ha spiegato Roberts citato dal sito Racer.com.

“Stiamo lavorando con i nuovi proprietari praticamente ogni giorno, cercando di capire cosa dobbiamo fare per migliorare; studiamo quale potrebbe essere il programma a lungo termine e come possiamo trovare prestazioni che durino. Non c’è una soluzione rapida, in ogni caso. Ci impegniamo per il lungo periodo, e lo stesso vale per Dorilton. Non vogliamo commettere errori: tutto ciò che facciamo è focalizzato sul miglioramento del nostro futuro“, ha ribadito.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: