‘Sir’ Hamilton divide, Murray: “Lo merita”

‘Sir’ Hamilton divide, Murray: “Lo merita”

Il ‘cavalierato’ sembra essere diventato una questione di punti di vista. Da giorni nella Gran Bretagna sportiva uno dei tempi più dibattuti riguarda la possibile NOMINA A ‘SIR’ DI LEWIS HAMILTON, in seguito al suo settimo titolo iridato di F1 conquistato recentemente. Il pilota della Mercedes è diventato il più vincente nella storia di questo sport e sarebbe in lizza per ottenere la prestigiosa nomina da parte della Corona. Un traguardo quest’ultimo che però sta dividendo gli stessi nomi più importanti dello sport britannico. C’è infatti chi ha sminuito il valore dei successi di Hamilton, attribuendoli ad una netta superiorità del mezzo rispetto agli avversari.

 Hamilton “gioca a biliardo con buche più grandi degli altri”

È stato questo il caso – ad esempio – del campione di biliardo RONNIE O’SULLIVAN, che ha punzecchiato il pilota di Stevenage con delle dichiarazioni rilasciate al Daily Star. Ora però anche la fazione ‘pro-Hamilton’ si è arricchita di un nome importante. Si tratta del tennista scozzese ANDY MURRAY, vincitore di tre titoli dello Slam, tra cui due volte Wimbledon. Murray sa di cosa parla, visto che è stato a sua volta nominato Sir a fine 2016 “per i suoi contributi al tennis e alle opere di beneficenza”. Parlando a Good Morning Britain, l’ex numero uno del mondo ha voluto ribadire i meriti di ‘The Hammer’.

 Hamilton, cavalierato in vista

“Non sono necessariamente favorevole al fatto che noi sportivi siamo nominati cavalieri per quello che facciamo, ma in termini di ciò che ha raggiunto come atleta, naturalmente se lo merita. Come sportivo è uno di quelli di maggior successo nella storia del Paese – ha aggiunto Murray – è un pilota straordinario. Sostiene alcune grandi cause anche lontano dalla pista, quindi sì, direi che SE LO MERITA DECISAMENTE in termini di successo”. “Lewis ha sempre abbattuto le barriere – ha ribadito anche l’ex campione di F1 DAMON HILL al Guardian – da quando è arrivato in F1 o anche nel karting, sfidando lo status quo. Il cavalierato verrà visto come un riconoscimento non solo per la sua guida, ma anche per come, da pilota nero, abbia aperto un’altra porta per chiunque non sia bianco”.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/sir-lewis-hamilton-divide-andy-murray-lo-merita-f1-mercedes-ronnie-osullivan-damon-hill-2020-533578.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: