Ralf Schumacher lascia Gedda: “Missile a 20 km, non è normale”

Ralf Schumacher lascia Gedda: “Missile a 20 km, non è normale”

Il fine settimana che sta avendo luogo in Arabia Saudita lascerà inevitabilmente UNA LUNGA SCIA DI POLEMICHE. La F1 accettando prima la ricca sponsorizzazione della Aramco – la compagnia petrolifera statale dell’Arabia Saudita – e poi l’ingresso in calendario del circuito cittadino di Gedda ha stretto un patto con la realtà saudita che nelle ultime ore ha presentato il ‘conto’ a livello di valori e di principi. Il weekend di gara è già stato scosso da un attacco missilistico, ma il Gran Premio sembra essere destinato a proseguire regolarmente anche perché a team e piloti non sembra essere stata data grande possibilità di scelta. Non correre significherebbe il rischio di incontrare serie difficoltà a lasciare l’Arabia Saudita.

Chi ha già deciso di dare un segnale ‘abbandonando la nave’ è l’ex pilota ora opinionista RALF SCHUMACHER. Il tedesco, volto di punta di Sky Deutschland, ha dichiarato: “C’è la pandemia, la guerra in Europa e ora un missile a 20 chilometri da qui. Non c’è più nulla di normale e divertente”, le parole di Ralf Schumacher, che non sarà il solo a lasciare il paddock di Gedda dato che l’emittente tedesca dovrebbe aver dato l’ok anche ad altri membri della troupe di rientrare in Germania. “Se si tratta veramente di un attacco mi chiedo cosa stiamo facendo ancora qui. Dovremmo tutti fare i bagagli ed andarcene. Sono un esperto di F1, non di affari o politica, e sicuramente il Circus qui deve fare i conti con una pressione enorme. Ho un’opinione chiara al riguardo e ho preso la mia decisione. Ma naturalmente ognuno è libero di comportarsi come preferisce” ha aggiunto l’ex portacolori di Jordan, Williams e Toyota.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/ralf-schumacher-arabia-saudita-missile-610300.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: