R. Schumacher: “Williams, la decisione migliore”

R. Schumacher: “Williams, la decisione migliore”

Il Gran Premio d’Italia è stato l’ultimo a ospitare un componente della famiglia WILLIAMS come membro di un team del paddock, dopo 43 anni consecutivi di attività, 16 titoli e 114 vittorie. FINISCE UN’ERA DIFFICILMENTE RIPETIBILE, NE COMINCIA UN’ALTRA GUIDATA DA DORILTON CAPITAL, i nuovi proprietari. Uno degli ultimi piloti a guidare una Williams in grado di dire la sua per il podio nell’arco di un’intera stagione è stato RALF SCHUMACHER. Il fratello del Kaiser ha militato nel team di Grove dal 1999 al 2004 e ha fatto gioire sir Frank per sei volte (gli unici successi di Schumi Jr in F1).

 Ufficiale: Williams, finisce un’era

Il tedesco conosce bene l’ambiente e la cultura del lavoro del team di Grove e ha voluto dedicare qualche parola alla sua ex scuderia: “LA SQUADRA SAPRÀ ANDARE AVANTI. La maggior parte delle persone ha esperienza ed è orgogliosa dei risultati ottenuti in passato“, queste le parole di Schumacher a Sky Deutschland. “Negli ultimi anni la macchina non è affatto progredita, non si sono aggiunte nuove persone alla squadra, la fabbrica non è stata modernizzata. CREDO CHE LA FAMIGLIA ABBIA PRESO LA DECISIONE GIUSTA NEL FARSI DA PARTE“.

“Ricordo quando hanno perso l’opportunità di vendere il team alla BMW: da lì credo che tutto sia andato a rotoli. LA NUOVA LEADERSHIP DEVE DECIDERE RAPIDAMENTE CHI MANTENERE IN SQUADRA E COSA CAMBIARE. Però bisogna agire subito: SE VOGLIONO PROGREDIRE PER IL 2021, OGNI GIORNO CONTA“, ha concluso Schumacher.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: