Procedura Safety Car, FIA valuta modifiche

Procedura Safety Car, FIA valuta modifiche

Il Gran Premio dell’Emilia Romagna, disputato ad IMOLA domenica scorsa, ha messo in evidenza una pericolosa problematica del regolamento. Questo, da qualche anno, permette alle vetture indietro di un giro di sdoppiarsi quando si verifica l’ingresso della Safety Car. Sul circuito del Santerno però, mentre i piloti doppiati oltrepassavano la vettura di sicurezza e percorrevano la pista ad alta velocità per ricongiungersi al gruppo, DIVERSI MARSHALS ERANO ANCORA AL LAVORO per rimuovere i detriti delle auto incidentate di George Russell e Max Verstappen. Il regolamento – nello specifico – prevede che i piloti “debbano procedere lungo la pista ad una velocità adeguata. Senza effettuare sorpassi e facendo ogni sforzo per prendere posizione in fondo al gruppo delle altre vetture”.

 Pericolo a Imola

Chiaramente però, come hanno sottolineato due dei piloti di maggiore esperienza del paddock – Sebastian Vettel e Romain Grosjean – si è tratto di una SITUAZIONE MOLTO PERICOLOSA. Il sito MotorsportWeek.com ha richiesto alla Federazione Internazionale un chiarimento sull’accaduto. La FIA ha risposto, sottolineando come, alla luce di quanto accaduto ad Imola, potrebbero essere presi PROVVEDIMENTI IN FUTURO per evitare casi analoghi. “La sicurezza dei commissari e degli ufficiali di pista è di massima priorità per la FIA – si legge in una dichiarazione fornita dal massimo organo di controllo dell’automobilismo mondiale –  la direzione gara è stata messa al corrente della questione e sta valutando se sia possibile apportare modifiche alle procedure attualmente in vigore per proteggere ulteriormente i commissari e i funzionari e ridurre al minimo le probabilità che [situazioni analoghe] si verifichino nuovamente in futuro”.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/procedura-safety-car-fia-valuta-modifiche-f1-fia-vettel-grosjean-marshals-imola-gp-emilia-romagna-529324.html

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: