Perez: “I risultati del passato non contano”

Perez: “I risultati del passato non contano”

SERGIO PEREZ è uno dei veterani del Circus, visto che ha fatto il suo esordio nel 2011. Ha sempre dato prova di essere competitivo, anche con vetture senza il potenziale per arrivare a podio con regolarità – salvo forse nel 2013 quando ebbe una stagione complicata alla McLaren. Per il messicano proprio la ridotta competitività delle vetture che lui ha guidato lO HA LIMITATO NELLE OPPORTUNITÀ DI TROVARE CONTRATTI IN TEAM DI MAGGIOR LIVELLO, e anche nel 2021 i buoni risultati ottenuti con la Racing Point probabilmente non saranno un fattore decisivo.

“Questa per me è una buona stagione, considerando anche i problemi fuori dalla pista. Vorrei finire le ultime gare con ottimi risultati. Penso che in questo momento sono a un ottimo livello nella mia carriera, probabilmente al mio apice in termini di esperienza, comprensione e comunicazione con la squadra. Ma in Formula 1 sei bravo solamente fino all’ultima gara, e ricominci da zero a ogni partenza nonostante sia necessario fare punti weekend dopo weekend. Purtroppo il mio futuro non è totalmente nelle mie mani“, ha spiegato Perez al sito Racer.com. Spiegando, in sostanza, che un eventuale ingaggio da parte di RED BULL dovrebbe avvenire sulla base di molti altri fattori che non sono necessariamente legati alle prestazioni.

 Giovinazzi: “Raikkonen ancora uno dei migliori”

Secondo il messicano questa teoria è confermata dagli eventi del passato. Nonostante facesse parte dell’Academy Ferrari, Maranello decise di non dargli l’opportunità del grande salto – pur con i piazzamenti a podio ottenuti in Sauber. Lo prese la McLaren, ma nonostante spesso mostrasse velocità simile a quella di Jenson Button, l’avventura finì molto presto. In seguito, passato alla Force India, È DIVENTATO UNA COLONNA IN TERMINI DI PUNTI finendo due volte al settimo posto in campionato: BEST OF THE REST. “Penso di aver avuto stagioni molto buone in passato, ma non sono state viste come dei ‘grandi anni’ a causa del potenziale della macchina“, ha detto Perez. Un lavoro di grande livello passato inosservato.

Il suo destino, nel 2021, potrebbe essere simile a quello del suo ex compagno di squadra Nico Hulkenberg: tutti pensano che lui e il tedesco siano ottimi piloti, ma c’è davvero la possibilità di non vederli più in pista in Formula 1.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/sergio-perez-sedile-2021-risultati-passato-non-contano-533545.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: