Mugello, caos e incidenti: bandiera rossa, Verstappen ritirato

Mugello, caos e incidenti: bandiera rossa, Verstappen ritirato

Per la seconda volta in due Gran Premi una bandiera rossa cala sulla Formula 1. Dopo Monza anche al Mugello la Race Direction è stata costretta fermare la gara in seguito ad un doppio incidente in partenza, terminato fortunatamente senza conseguenze fisiche per i tanti protagonisti coinvolti. La vittima più celebre della partenza del GP di Toscana è stato sicuramente MAX VERSTAPPEN. Il principale candidato a dare battaglia alle due Mercedes è stato tradito in primo luogo dalla sua power unit e poi da un contatto subito dall’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen.

Il pilota della Red Bull aveva già avuto problemi nel giro di allineamento e al via la sua power unit ha immediatamente perso potenza, lasciandolo in balia delle altre monoposto che sopraggiungevano. Risucchiato nel gruppone, Verstappen alla seconda curva è stato poi letteralmente ‘travolto’ dall’Alfa di Raikkonen, a sua volta venuta a contatto con l’Alpha Tauri di PIERRE GASLY. L’olandese e il francese sono stati immediatamente costretti al ritiro, mentre della confusione che si è creata alle loro spalle sono stati vittima anche Carlos Sainz, finito in testacoda, Romain Grosjean e la Ferrari di Sebasitan Vettel, che ha danneggiato l’alettone anteriore ed è stata costretta a tornare ai box per sostituirlo.

Il peggio però si è avuto alla ripartenza dopo l’ingresso della Safety Car. Valtteri Bottas ha infatti ritardato fino all’ultimo momento possibile il momento della sua accelerazione, generando un vero e proprio ingorgo alle sue spalle. Diverse monoposto di centro gruppo erano infatti in fase di ‘rallentamento’ quando da dietro altri piloti, pensando che la gara fosse ripresa, hanno accelerato. Si è creato un PERICOLOSISSIMO TAMPONAMENTO A CATENA che ha ricordato per certi versi, anche se per fortuna in misura minore, l’incidente di Spa 1998. Di questo secondo maxi-schianto sono stati vittima altri quattro piloti: Latifi, Magnussen, Giovinazzi, Ocon e Sainz. La gara riprenderà dopo la pausa per la bandiera rossa con sole 14 vetture al via.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: