Hill: “Vieterei le comunicazioni radio”

Hill: “Vieterei le comunicazioni radio”

DAMON HILL è un pilota che si è fatto le ossa in un’epoca nel quale la sicurezza delle vetture e delle piste non era minimamente paragonabile a quella odierna, e ha vinto un mondiale quando era ancora possibile concludere le gare con la livrea sporcata da detriti e olio, indice di un’affidabilità imperfetta.

Oggi, secondo il britannico figlio d’arte, LA FORMULA 1 DOVREBBE ABBANDONARE QUESTA SPASMODICA RICERCA DELLA PERFEZIONE A OGNI COSTO, tradendo con questo pensiero una certa nostalgia per i suoi anni di corse. “La sicurezza è un vicolo molto stretto da cui uscire. Come si può rendere le gare eccitanti e al contempo sicure? Ci deve essere qualche elemento di incertezza; se tutto è sicuro, non c’è sfida. Oggi i piloti devono essere millimetricamente perfetti, in passato era una questione di metri. Io vieterei anche le comunicazioni radio, perché mi piacerebbe vedere i piloti gareggiare solo con le informazioni a disposizione della loro esperienza. Non voglio guardare un Gran Premio nel quale un ingegnere ti dice che set-up mettere in ogni situazione, in quanto così si perdono abilità preziose“, ha detto Hill citato dalla rivista britannica Car.

Hill ha detto la sua anche su STEFANO DOMENICALI, il nuovo CEO della Formula 1: “Il campionato è troppo grande per essere guidato da un uomo solo? Anche se è un sistema molto complicato, si tratta pur sempre di una piccola comunità; è sempre una buona cosa avere un uomo come lui che sa darti la risposta giusta quando hai bisogno. Ma al contempo può diventare a tratti ingestibile, tanto da mettere in difficoltà uno come Bernie Ecclestone“.

La Formula 1 come sarà in futuro? Si tratta anche di una questione ambientale, secondo Hill: “Il campionato non inquina affatto, ma il messaggio che manda è differente dal suo impatto. I costruttori stanno seguendo obiettivi diversi da quello della Formula 1 e per questo motivo stanno mettendo in dubbio la loro permanenza“. Nonostante l’approccio ibrido sia qualcosa di molto interessante dal punto di vista del mercato, è la grande rincorsa all’elettrico che pone la F1 lontana dagli ideali attuali di buona parte dei costruttori automobilistici.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/hill-vietare-comunicazioni-radio-troppa-sicurezza-530939.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: