Hamilton, revocati i due punti di penalità

Hamilton, revocati i due punti di penalità

Prima la penalità sulla licenza, poi quella in pista, poi il passo indietro degli stewards: domenica particolarmente tribolata per Lewis Hamilton. Il terzo posto del britannico nel Gran Premio di Russia rimane confermato. MA ALMENO IL PILOTA DELLA MERCEDES SI È VISTO RESTITUIRE I DUE PUNTI SULLA LICENZA dopo il caos provocato dalle prove di partenza in uscita dalla pit-lane prima della gara. Zona che i commissari hanno ritenuto vietata per questo scopo. Il collegio dei commissari del Gran Premio di Sochi, però, è tornato parzialmente indietro sulle sue decisioni, appurando che il pilota sia stato indotto in errore dall’ingegnere di pista.

 Los documentos de la rectificación    The documents of the changes. pic.twitter.com/x5NiPNYK2f    — Albert Fabrega (@AlbertFabrega) September 27, 2020

Dunque, Hamilton conserva quattro punti di margine prima di incappare nella squalifica di una gara. MARGINE CHE AVRÀ FINO AL 17 NOVEMBRE, quando gli verranno abbuonati altri due punti per l’anniversario della prima infrazione, l’incidente con Alex Albon nel Gran Premio del Brasile 2019. Trattandosi di un errore dei box, i commissari hanno deciso in serata di punire la Mercedes con una multa di 25mila euro per ognuna delle due partenze “incriminate”, per un totale di 50MILA EURO.

 Hamilton, doppia penalità

Questa la motivazione fornita nel documento ufficiale FIA: “I commissari hanno ricevuto informazioni dal team Mercedes che confermano come IL PILOTA DELLA MONOPOSTO #44 (LEWIS HAMILTON, NDR) ABBIA RICEVUTO ISTRUZIONI DAL TEAM DI ESEGUIRE LE PARTENZE IN UNA POSIZIONE VIETATA. Ciò è stato verificato e confermato dai Commissari Sportivi che hanno ascoltato le comunicazioni tra il team e il pilota. Sulla base di queste informazioni i Commissari Sportivi sostituiscono i punti di penalità con una sanzione per il team di 25mila euro per ogni infrazione“.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: