Griglia invertita, ennesimo ‘no’

Griglia invertita, ennesimo ‘no’

Hanno vinto i piloti. Ha perso, almeno per ora, Ross Brawn. Per la terza volta in pochi mesi sembra che il progetto, spinto soprattutto dall’ex d.t. Ferrari, di utilizzare una mini gara al posto del TRADIZIONALE SISTEMA DI QUALIFICA del sabato sia stato bocciato. L’idea è nota ed estremamente discussa. Scegliere determinate piste in cui i sorpassi sono più facili e sostituire le qualifiche con un mini-GP di 30′, che partirebbe con una GRIGLIA INVERTITA rispetto alla classifica iridata. Il risultato finale di quella gara determinerebbe poi la griglia di partenza del Gran Premio vero e proprio della domenica.

 Brawn rilancia l’opzione reverse-grid

I piloti, con Sebastian Vettel e Lewis Hamilton in testa, hanno sempre osteggiato in maniera decisa questa proposta. Nel 2020 si è però arrivati vicini all’provazione di questo sistema, con la sola Mercedes che ha evitato l’unanimità e bloccato il piano, pensato per portare ‘novità’ nei weekend di gara in cui si sarebbe corso due volte sulla stessa pista. Un nuovo tentativo di rilanciare questo piano è stato fatto nell’ottica della stagione 2021, ma ancora una volta le varie scuderie non sono riuscite a mettersi d’accordo sul da farsi. Secondo quanto riportato dal sito inglese RaceFans, la proposta sarebbe stata discussa nella riunione della F1 Commission svoltasi lunedì. Poiché però è apparso chiaro che IL PIANO NON AVREBBE AVUTO IL SOSTEGNO DELLA MAGGIORANZA DELLE SQUADRE, non è stato nemmeno messo ai voti.

 Griglia invertita, il Circus si appella ai tifosi

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/griglia-invertita-ennesimo-no-f1-ross-brawn-mercedes-toto-wolff-ferrari-2020-2021-liberty-media-527874.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: