GP Russia 2020: analisi passo gara

GP Russia 2020: analisi passo gara

Il venerdì di prove libere a Sochi ha messo in evidenza come ampiamente prevedibile una MERCEDES in netta forma in Russia, con Valtteri Bottas che ha confermato il buon feeling che nutre nei confronti del tracciato russo. Il finlandese è stato il più veloce sia al mattino che al pomeriggio.

 GP Russia 2020 – Risultati PL2

Nelle SIMULAZIONI DI PASSO GARA effettuate nella seconda parte della seconda sessione di prove libere sia Hamilton che Bottas sono stati velocissimi, con Max Verstappen che a dispetto di un settimo crono sul giro singolo è stato il più costante a livello di ritmo alle spalle delle W11 soprattutto con le gomme medie. Il pilota della Red Bull nel confronto con Hamilton (Bottas ha lavorato con la mescola hard) è stato più veloce mediamente di mezzo secondo anche se non va dimenticato che aveva la vettura decisamente più scarica dato che ha montato le gomme a banda gialla per il secondo stint del long run, mentre Hamilton ha esordito con le medium prima di passare alle soft per un finale all’attacco in cui mediamente ha girato addirittura sotto il muro dell’1’40”.

 Renault spaventa Verstappen

Sulla scia di quanto già osservato nelle ultime tre gare le RENAULT si sono rivelate decisamente competitive sia sul giro secco che sul passo. Per quanto riguarda invece la situazione in casa Ferrari, invece, Charles Leclerc ha avuto problemi a risultare costante a livello di gestione delle gomme. Sebastian Vettel è stato più solido nei suoi stint di simulazione gara. Con le gomme soft il futuro pilota della Aston Martin è stato quasi mezzo secondo più veloce del monegasco. Il quattro volte iridato si è poi concentrato sul lavoro con le gomme hard, mentre il classe 1997 è passato alle medie.

GP RUSSIA 2020, ANALISI PASSO GARA NELLE PL2 (CREDITS TO TONI SOKOLOV)

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: