FIA, nuove linee-guida sulle prove di partenza

FIA, nuove linee-guida sulle prove di partenza

Le prove di partenza di LEWIS HAMILTON prima del Gran Premio di Russia hanno contribuito a generare suspence nella gara. E anche a mischiare le carte in una corsa che comunque ha visto una Mercedes trionfare. Il britannico ha provato lo start fuori dalla pit-lane, in una zona che il regolamento vieta. Secondo il team principal Toto WOLFF la sanzione di dieci secondi in pista è stata senza dubbio esagerata. Anche considerando che (a suo dire) l’articolo 36.1 abbia una zona grigia interpretabile.

 ⚠️ Just confirming the practice start position for  Nurburgring… Yep, that’s it ✅ #EifelGP 🇩🇪  pic.twitter.com/aEMwDTVJvG    — Aston Martin Red Bull Racing (@redbullracing) October 8, 2020

La Federazione, che inizialmente aveva tolto due punti sulla licenza di Hamilton (decisione poi trasformata in una multa alla Mercedes), ha fatto maggiore chiarezza. Per il Gran Premio del Nürburgring i piloti possono svolgere le prove di partenza in un punto esplicitamente individuato, prima di arrivare in griglia. Lo ha confermato il direttore di gara Michael MASI: “QUANDO È CONSENTITO USCIRE DALLA PIT-LANE PER SCHIERARSI IN GRIGLIA, LE PROVE DI PARTENZA POSSONO SVOLGERSI DOPO LA FINE DEL MURETTO DEI BOX, IN POSIZIONE ADIACENTE ALLA STRISCIA ARANCIONE SUL LATO DESTRO DELLA PISTA. I piloti che intendono svolgere questa procedura dovranno fermarsi sulla destra e consentire il passaggio delle altre vetture alla loro sinistra, che nell’operazione di sorpasso potranno toccare la linea bianca. Ma devono tornare sulla destra appena possono“.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: