Ecclestone, la rivincita a Sochi

Ecclestone, la rivincita a Sochi

“Bernie Ecclestone non ha avuto alcun ruolo in Formula 1 da quando ha lasciato la nostra organizzazione nel 2017. Il suo titolo di presidente emerito, essendo onorifico, è scaduto nel gennaio 2020“. Parole e musica di LIBERTY MEDIA, risalenti a giugno, che – in pratica – mettevano in fuorigioco l’ex boss della Formula 1 dopo alcune sue controverse dichiarazioni sul tema-razzismo. Più fonti hanno suggerito che Ecclestone non possa nemmeno partecipare ai Gran Premi.

 Liberty Media, attacco frontale ad Ecclestone sul razzismo

LO STESSO BRITANNICO AVEVA ALLUSO MALIZIOSAMENTE AI SUOI CONTATTI PER FORZARE IL DIVIETO (“Potrebbero provarci in Russia, penso che riuscirei a trovare un pass“). E in effetti l’amicizia con il presidente Vladimir PUTIN sembra possa giocare a favore di Mr. E. Perché Alexey TITOV (amministratore delegato della compagnia che organizza il GP di SOCHI), ha avuto parole di stima verso Ecclestone. E lo ha praticamente invitato alla gara: “Nonostante il conflitto, dobbiamo sempre ricordare i rapporti umani. In questo senso, sono sicuro che la Formula 1 non si concentri in sciocchezze come il divieto a Ecclestone di seguire le gare solo perché ha opinioni diverse“. Dichiarazioni sulla libertà di espressione stonate rispetto alla cronaca degli ultimi giorni, con il presunto avvelenamento del dissidente Alexei NAVALNY.

 Sochi, obiettivo 30mila spettatori

Ma Titov, all’agenzia Tass, non si è fermato qui: “L’inginocchiamento? RISPETTIAMO LA POSIZIONE DI TUTTI I PILOTI, che è proprio l’essenza di una società libera. Una di queste declinazioni è la libertà di inginocchiarsi o di comportarsi come Daniil KVYAT (che non si è mai inginocchiato, ndr). Siamo sicuri che i tifosi condividano questa filosofia e sostengano i loro piloti preferiti, per i quali il GP di Russia sarà la prima gara della stagione con spettatori in tribuna“. Per Sochi gli organizzatori vogliono vendere 30MILA BIGLIETTI, ma il presidente F1 Chase CAREY conserva speranze di accogliere il pubblico anche in qualche appuntamento precedente (come Mugello e Imola).

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: