Domenicali: “Mi auguro Ferrari torni competitiva”

Domenicali: “Mi auguro Ferrari torni competitiva”

Tra le tante novità che presenterà la stagione 2021, una delle più intriganti è rappresentata dal cambio al vertice della Formula 1. STEFANO DOMENICALI, volto più che noto agli appassionati, protagonista per anni in Ferrari nel periodo d’oro del team di Maranello, prenderà infatti il posto di Chase Carey al vertice del Circus. Una sfida intrigante per il quasi ex a.d. di Lamborghini. Proprio per il suo passato ferrarista – Domenicali del Cavallino è stato anche team principal in F1 dal 2008 al 2014 – è inevitabile che il nuovo numero uno dello sport abbia tutte le competenze per provare ad ANALIZZARE IL MOMENTO DIFFICILE DELLA SCUDERIA.

 Domenicali presidente, i retroscena

“Sia io che il presidente della FIA Jean Todt CI AUGURIAMO CHE TORNI COMPETITIVA – ha sottolineato Domenicali in occasione del convegno online SportLab, organizzato da Tuttosport e Corriere dello Sport – perché come la Lamborghini rappresenta l’Italia. Serve al mondo sportivo. La storia è un bel ricordo e deve fungere da stimolo. Mi auguro che Binotto, mio caro amico, possa tenere la rotta dritta”. Il manager italiano è tornato poi anche a parlare di quello che fu il ‘suo’ periodo di leadership in Ferrari. Sei anni, dal 2008 ad inizio 2014, coronati da ben TRE TITOLI PILOTI SFUMATI PROPRIO ALL’ULTIMO GRAN PREMIO.

 Binotto: “Con Domenicali c’è amicizia”

“Le dimissioni sono arrivate in un anno difficile – ricorda Domenicali, che lasciò la squadra dopo il complicatissimo avvio di stagione nel primo anno della F1 ibrida – era giusto che mi prendessi le responsabilità. Pensavo fosse corretto farlo e l’ho deciso senza rinnegare nulla del periodo in Ferrari, eccezionale nelle vittorie e nelle sconfitte. Era giusto lasciare. L’ho fatto con tranquillità anche se non è stato facile. Ma nella vita occorre potersi guardare allo specchio. È stata un’esperienza straordinaria”. Il RITORNO IN F1, avvenuto dalla porta principale, non è però vissuto dal prossimo Ceo come una sorta di riscatto: “Ho fatto parte di un ciclo incredibile di vittorie. Ci sono stati anche episodi sfortunati, ma detto questo anche arrivare secondi all’ultimo secondo è stata un’esperienza importante che mi ha fatto crescere. Anche se fa male. RISCATTO ZERO. È UN GRANDE ONORE E UNA GRANDE RESPONSABILITÀ“.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/domenicali-mi-auguro-ferrari-torni-competitiva-f1-binotto-2021-chase-carey-528172.html

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: