Domenicali, GP di casa pensando a Villeneuve

Domenicali, GP di casa pensando a Villeneuve

Per STEFANO DOMENICALI il Gran Premio dell’Emilia Romagna a Imola sarà un’occasione estremamente SPECIALE. Per più motivi. Prima di tutto, il ruolo che presto prenderà in seno alla Formula 1 per guidarla nel futuro. Poi, la vicinanza a casa, ai luoghi di sempre. Infine l’intreccio statistico e temporale tra la vittoria di Michael Schumacher nel 2006, l’ultima gara a Imola fino a oggi, e l’arrivo di Lewis Hamilton come nuovo primatista in termini di trionfi nei Gran Premi.

«Per me è come tornare a casa. Ho lavorato in Ferrari per più di vent’anni e poi sono stato presidente di una grande azienda come la Lamborghini. Le corse appartengono al mio Dna, del resto a Imola ci sono nato. E il week end del Gran Premio ha accompagnato la mia adolescenza. Ero un ragazzo e la Ferrari aveva in squadra un pilota capace di imprese straordinarie. SI CHIAMAVA GILLES VILLENEUVE. C’è una intera generazione che è cresciuta nel suo mito», ha raccontato Domenicali al Resto del Carlino.

La febbre Villeneuve all’epoca era un contagio davvero genuino, certo non tragico come quelli di cui si parla nell’attualità causa Covid-19. E vedere le tribune vuote a Imola darà un senso di vuoto. Domenicali pensa dunque al passato e al SUO AMORE PER IL PILOTA CANADESE, condiviso con tanti: «Si amava per la sua audacia. Villeneuve era estremo. Non conosceva il senso del limite. E i ragazzi di fine anni settanta questo lo percepivano e si entusiasmavano. A me rimane il ricordo del suo coraggio, che spingeva un minorenne come me a scavalcare le reti di Imola per vederlo guidare».

Oggi la Ferrari e Imola sono ancora legate dalla storia, dalla geografia, dal nome del circuito. Domenicali, da tifoso Ferrari, sa che QUEST’ANNO SARÀ DIFFICILE RIPETERE LE VITTORIE DI SCHUMACHER. Potrebbe essere l’unica chance visto che dal 2021 il calendario dovrebbe tornare ai ritmi di sempre, ma intanto un filo di speranza l’ha voluta dare lo stesso, dicendo: «Oggi godiamoci il momento, l’evento del ritorno di Imola. Sul futuro, mai dire mai».

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/domenicali-imola-gran-premio-di-casa-528444.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: