Covid-19, ridotta la capienza a Portimao

Covid-19, ridotta la capienza a Portimao

Il numero di spettatori per la gara di Formula 1 a PORTIMAO sarà ridotto rispetto al previsto. Il circuito lusitano aveva messo inizialmente a referto 46.000 biglietti, ma a causa delle norme sulla quarantena obbligatoria, dei contagi di Covid-19 in aumento e dell’impossibilità o impraticabilità di viaggiare per l’Europa, I POSTI EFFETTIVAMENTE OCCUPATI SARANNO MOLTI MENO.

Il nuovo limite massimo dovrebbe essere di 27.500 POSTI, secondo Paulo Pinheiro, il promoter della gara lusitana. Si tratta di un numero trovato in accordo con il direttore generale della sanità portoghese, Graca Freitas. Che ammette che la sua istituzione sta attualmente agendo “con molta cautela” in una situazione europea “preoccupante“. Per PORTIMAO, nonostante tutto, potrebbe comunque essere un successo: il circuito non è mai stato davvero sui radar della Formula 1 prima di quest’anno folle. Nessuno immaginava che il campionato avrebbe preso le vie del Mugello, di Imola, del Nurburgring e del Portogallo, per un calendario sostanzialmente quasi tutto europeo.

 Renault: “Portimao e Imola adatte a noi”

Pure le cifre in ballo hanno risentito di queste scelte, con i circuiti che hanno sì pagato qualcosa per ottenere le gare, ma A PREZZI ASSOLUTAMENTE CONTENUTI. Pinheiro ha spiegato bene il concetto: “Ogni gara in Europa costa 30-50 milioni di euro, ma i nostri numeri, che sono sotto contratto e non pubblici, sono molto più bassi“. Insomma, SI CONFERMA IL FORTE SCONTO operato da Liberty Media per avere gare a portata di mano e su circuiti con licenza FIA utilizzabile. Meno soldi, ma almeno si corre: la Formula 1 ha sposato la teoria del minor danno possibile.

Portimao ci sarà ancora in futuro? Con il ritorno in calendario di tutte le gare saltate quest’anno, probabilmente no. Ma sperare non è vietato: “Ci sono molti circuiti con contratti, MA LA POSSIBILITÀ DI INTRODURRE UNA ROTAZIONE PER CERTE GARE CI FA SOGNARE. Il nostro circuito è attraente e il Gran Premio sta generando molte aspettative. Stiamo rispettando il programma e le specifiche, che sono complesse e impegnative. Abbiamo sostituito l’asfalto e installato nuova segnaletica, ponti e chilometri di cavi. Il nostro team è composto da sole 55 persone, ma siamo fortemente motivati ​​a realizzare il sogno di una vita“, ha detto Pinheiro alla fonte portoghese A Bola. E se per caso il valzer sarà uno soltanto, a Portimao giurano che ne sarà valsa la pena.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: