Coulthard: “Portimao piacerà ai piloti”

Coulthard: “Portimao piacerà ai piloti”

DAVID COULTHARD con il Portogallo ha sempre avuto un bel rapporto. Lo scozzese ex Williams, McLaren e Red Bull conquistò all’Estoril nel 1995 la sua prima vittoria in carriera, l’unica ottenuta con il team di Grove. Sulla stessa pista, 12 mesi prima, era arrivato anche il suo primo podio in carriera, in un GP vinto dall’allora suo compagno di squadra Damon Hill. Quest’anno, 24 anni dopo, la F1 torna nel paese lusitano approdando però per la primissima volta sul tracciato di PORTIMAO, già molto sfruttato e apprezzato in altre categorie ma ancora ‘sconosciuto’ al Circus. Proprio l’ex pilota scozzese ha voluto presentare la pista, evidenziando alcune caratteristiche che potrebbero preludere ad un GP spettacolare.

 Hamilton: “Io come Schumi, ne sono onorato”

“È  una pista fantastica, con dei dislivelli. Bisogna avere coraggio ed attaccare – ha spiegato Coulthard – Max Verstappen, Lewis Hamilton e tutti gli altri si divertiranno”. Lo scozzese poi è tornato sul dualismo a distanza tra HAMILTON e MICHAEL SCHUMACHER, riacceso dalla 91esima vittoria in carriera del pilota britannico, che ha così raggiunto in vetta alla classifica all-time proprio il Kaiser. Coulthard nel corso della sua carriera ha potuto sfidare in pista entrambi i campioni e ha cercato di tracciare un parallelo tra i due: “Michael ha ottenuto molto, è stato incredibile. Io ho fatto del mio meglio per batterlo. Era un vero professionista, proprio come lo è Lewis oggi. Molti piloti pensano che conti solo quello che succede in pista, ma c’è molto di più di questo” ha concluso.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: