Cartonato di classe

Cartonato di classe

Le facce di Sebastian Vettel e di Charles Leclerc in tribuna centrale, sui cartonati che popolano il circuito di Monza in occasione del GP d’Italia 2020 a porte chiuse, sono il lato umano e divertente di un team che in pista ha diverse difficoltà.

“In questa annata così bizzarra e balorda capitano fatti davvero impensabili, come ad esempio che i due ferraristi riescano a essere contemporaneamente in pista e tribuna. In questi mesi i cartonati dei tifosi si sono visti in tanti sport, ma forse nessuno si era inventato un gioco degli specchi come quello creato da Charles e Seb. Che lo hanno fatto per beneficenza, e dunque l’iniziativa è tanto più lodevole. Vettel ha voluto portare idealmente in tribuna anche i suoi meccanici, andando a caccia di ognuno di loro per fotografarli. «Mi è sembrata una iniziativa molto carina. Spero che ci metteranno tutti vicini in gradinata». Non c’è bisogno di tanta immaginazione per quantificare la classe di un pilota che mai era stato così in basso in classifica, che è in procinto di lasciare la Scuderia, che è all’ultima Monza vestito di rosso. Chapeau, veramente. Sono quasi mille i tifosi che hanno aderito all’iniziativa Face For Fan, comprandosi la sagoma per essere virtualmente presenti sulla tribuna centrale: raccolti 47.420 euro“.

 Nice Friday spent with Seb in the grandstands watching ourselves  driving around in circles. pic.twitter.com/G3x9diVoYe    — Charles Leclerc (@CharlesLeclerc) September 4, 2020

“In circuito sono ammessi soltanto i circa 3mila addetti al lavoro tra team, uomini Fia, sanitari e personale dell’autodromo e addetti alla sicurezza. Oltre ai 250 tra medici, infermieri, operatori sanitari e della protezione civile invitati in rappresentanza di tutti coloro hanno sacrificato la loro vita nella guerra contro il Covid. Gli ‘irriducibili’ hanno la possibilità di esserci comunque, in tribuna, almeno virtualmente, con l’iniziativa Face For Fan che consente di avere il proprio volto stampato su cartonati a grandezza naturale «indossando» una t-shirt a scelta con i colori del paese d’origine o con motivi legati alla gara italiana, in cambio di una donazione a partire da 40 euro che andrà a sostenere l’associazione Brianza per il Cuore di Monza (che si occupa di prevenire e combattere le malattie cardiovascolari), l’Istituto nazionale per le malattie infettive ‘Spallanzani’ di Roma e la Fondazione Irccs Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano. Altri 150 ‘prenotati’, invece, potranno vivere l’emozione di guardare le prove di oggi e la gara di domani in piazza a Biassono, alle porte dell’autodromo, in una arena con maxi schermo“. MARCO GALVANI, Il Resto del Carlino

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: