Carey: “Nel 2021 un calendario più normale”

Carey: “Nel 2021 un calendario più normale”

La lotta alla pandemia del Coronavirus ha, come noto, coinvolto la FORMULA 1. Che ha dovuto ripensarsi a tutti i livelli, offrendo un calendario da 17 gare in cinque mesi. Una stagione, dunque, significativa. Quasi un MIRACOLO ORGANIZZATIVO da parte di FIA  e Liberty Media. Con Jean Todt, Chase Carey e Ross Brawn che hanno garantito una competizione normale (ma quasi sempre senza pubblico) nel mezzo della pandemia. Fin quando non sarà scoperto il vaccino che debelli il virus, la F1 è costretta a proseguire con il modello della BOLLA. Chiusura ai contatti esterni e presenza di “sotto-bolle” tra i vari team e all’interno delle squadre, per arginare i contagi anche qualora il virus riuscisse a penetrare.

Per quanto riguarda il calendario, invece, il presidente (non più operativo) della F1 CHASE CAREY ha ribadito che il 2021 costituirà un passo verso la normalità. Anzitutto sarà più internazionale: “La realtà è che quest’anno non abbiamo davvero corso in tutto il mondo“, ha detto a RaceFans. “Abbiamo svolto GP quasi esclusivamente in Europa. VOGLIAMO TORNARE NEL CONTINENTE AMERICANO, IN ASIA E IN TUTTO IL MONDO. QUESTO È IMPORTANTE PER NOI COME SPORT GLOBALE. Certamente abbiamo circuiti storici in Europa (Silverstone, Monza, Monte Carlo, Spa), ma penso che nel 2021 vedrete un calendario più equilibrato“.

 Mugello e Imola, Carey ottimista per il pubblico

Nel 2020 la Formula 1 ha dovuto annullare gli impegni in Australia, Cina, Azerbaijan, Canada, Stati Uniti, Messico, Brasile, Giappone e Singapore. Mentre il Vietnam spera ancora di ospitare il Circus, Carey ha promesso un 2021 più ricco, magari con la presenza del PUBBLICO nelle gare: “Siamo vicini ad avere un calendario. Siamo in ritardo perché finiremo tardi la stagione. Pianificheremo un calendario più o meno normale, come quello che avevamo pensato a gennaio. STIAMO PENSANDO A UNA STAGIONE CHE CI AVVICINA ALLA NORMALITÀ, SIA A LIVELLO DI EVENTI CHE DI PRESENZA DEL PUBBLICO. Però non sappiamo l’evolversi della pandemia nell’anno prossimo“.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: