Brawn bacchetta Hamilton

Brawn bacchetta Hamilton

Il Gran Premio di Russia sembrava destinato ad issare LEWIS HAMILTON in vetta alla graduatoria dei piloti più vittoriosi di sempre, al fianco di Michael Schumacher. Conquistata la pole position però, il sei volte campione del mondo ha mancato il successo finale soprattutto a causa della sanzione inflittagli dalla Direzione Gara per aver effettuato in maniera irregolare delle prove di partenza prima del via del GP. Il pilota di casa Mercedes ha contestato duramente questa decisione, lamentandosi via radio durante la gara ed anche alla fine della stessa, sostenendo che si stia facendo di tutto per “fermarlo“. Dai piani alti della F1 la risposta non si è fatta attendere ed è arrivata per bocca dell’ex team principal della stessa Mercedes, ROSS BRAWN, che è stato il primo ‘capo’ di Hamilton a Brackley.

 Hamilton: “Stanno cercando di fermarmi”

Nella sua tradizionale rubrica sul sito ufficiale della Formula 1 l’inglese ha ‘bacchettato’ il suo ex pilota, invitandolo ad avere un ATTEGGIAMENTO PIÙ COSTRUTTIVO: “Lewis ha avuto un po’ di sfortuna nelle ultime gare, con le penalità subite a Monza ed ora a Sochi. Personalmente me ne andrei, mi leccherei le ferite e penserei a come evitare simili incidenti in futuro. Questo è quello che so che la squadra farà. Conosco molte persone dall’epoca in cui ero nel team e riconosceranno di aver commesso qualche sbaglio. La sfortuna e gli errori accadono, è il modo in cui si risponde che conta. È FACILE PENSARE CHE IL MONDO SIA CONTRO DI TE, ma c’è quasi sempre qualcosa che avresti potuto fare diversamente e da cui puoi imparare” ha chiosato Brawn.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: