Bluff e annuali

Bluff e annuali

“Non so neanche se sarò qui l’anno prossimo”. LEWIS HAMILTON di recente in occasione del Gran Premio dell’Emilia Romagna a Imola ha aperto almeno a parole all’ipotesi di non proseguire la propria carriera dopo il 2020. Una scelta che sarebbe decisamente sorprendente, anche perché dopo aver raggiunto e superato Michael Schumacher in termini di vittorie nei Gran Premi ora il pilota inglese ha la possibilità correndo almeno ancora nel 2021 di imprimere nella storia della F1 cifre di assoluto prestigio. In Turchia in questo fine settimana Hamilton avrà il primo match point sulla racchetta per laurearsi campione del mondo per la settima volta in carriera con tre gare d’anticipo. Un iride che lo affiancherebbe a Michael Schumacher a quota sette.

 Hamilton: “Non so se sarò qui nel 2021”

Il 2021 potrebbe essere l’anno del sorpasso e del raggiungimento della tripla cifra in termini di vittorie nei GP. Una QUOTA 100 che sembrava irraggiungibile, ma che il binomio Hamilton-Mercedes hanno reso ormai a portata di mano. Da risolvere c’è, però, la questione legata al rinnovo del contratto. Il pilota di Stevenage è in scadenza e non ha ancora definito con la Mercedes i piani per il futuro. Toto Wolff, a sua volta ancora in trattativa con il gruppo Daimler, ha dichiarato che il ritardo nelle negoziazioni è da attribuire alla volontà di diminuire il più possibile i rischi di contagio legati al Coronavirus, ma secondo Ralf Schumacher ci sono altri motivi dietro a questa estenuante telenovela.

 Verstappen: “Il 2021 sarà come il 2020”

“Di sicuro ci sono anche ragioni di natura finanziaria – ha dichiarato Ralf Schumacher a Sky Deutschland – la Mercedes ha l’obbligo di risparmiare. In più non va sottovalutato l’aspetto tecnico, con Andy Cowell che ha già dichiarato che lascerà la Mercedes. Cowell fa parte del nucleo di cinque/sei figure che ha reso grande il team di Brackley, perciò è normale che Hamilton si interroghi sui piani futuri della Mercedes”. In più, secondo l’ex pilota di Jordan, Williams e Toyota, anche la durata dell’accordo è un tema da non sottovalutare: “Credo che Hamilton voglia SIGLARE UN ANNUALE, vincere l’ottavo titolo e poi guardarsi intorno per valutare esattamente come evolve la situazione in F1. Di sicuro i giovani – Verstappen e Leclerc – non saranno una minaccia per lui nel 2021″.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/bluff-e-annuali-hamilton-wolff-mercedes-rinnovo-contratto-cowell-schumacher-530536.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: