GP Toscana 2020: passo gara, strategie gomme, meteo e TV

GP Toscana 2020: passo gara, strategie gomme, meteo e TV

GRIGLIA DI PARTENZA (TOP-10) E PNEUMATICI MONTATI AL VIA

1ª FILA 1. LEWIS HAMILTON SOFT

Mercedes

  2. VALTTERI BOTTAS SOFT

Mercedes

2ª FILA 3. MAX VERSTAPPEN SOFT

Red Bull

  4. ALEX ALBON SOFT

Red Bull

3ª FILA 5. CHARLES LECLERC SOFT

Ferrari

6. LACE STROLL SOFT

Racing Point

4ª FILA 7. SERGIO PEREZ* SOFT

Racing Point

  8. DANIEL RICCIARDO SOFT

Renault

5ª FILA 9. CARLOS SAINZ SOFT

McLaren

  10. ESTEBAN OCON SOFT

Renault

DIFFERENZA TRA LE MESCOLE E STINT PIÙ LUNGHI (DATI PIRELLI)

STRATEGIE MIGLIORI SUI 59 GIRI DEL GP TOSCANA (DATI PIRELLI)

Dal momento che il Mugello è un circuito nuovo di zecca per Formula 1 dove non è così facile sorpassare, con velocità elevate e gap molto bassi, la strategia sarà fondamentale: soprattutto perché l’usura e il degrado degli pneumatici dovrebbero essere piuttosto elevati. Proprio la gestione del degrado dello pneumatico Soft sarà la chiave della tattica in gara.

Sono possibili sia strategie a una che a due soste, ma come sempre i team cercheranno di portare a termine la gara con una sola sosta, soprattutto per i primi 10 al via, tutti su mescola Soft.

Sulla carta, la strategia a due soste dovrebbe in realtà essere leggermente più veloce per i 59 giri di gara. La prima vede due stint di 19 giri ciascuno su Soft più uno stint di 21 giri con Medium (probabilmente lo stint centrale). La seconda strategia a due soste più veloce prevede un solo stint di 16 giri su soft, poi due stint su Medium rispettivamente di 21 e 22 giri.

In base alle disponibilità pneumatici di ciascun pilota, la strategia a una sosta è leggermente più lenta ma interessa meno l’usura: si parte con pneumatici Soft e si passa poi a Hard al 22° giro. Questa è anche la strategia più probabile per i primi 10 piloti in griglia.

La quarta opzione, sempre a una sosta ma più lenta anche se più flessibile, sarà una strategia Medium-Hard che prevede di effettuare il pit stop verso il giro 26. Come sempre, a seconda delle singole circostanze della gara, sono valide le permutazioni.

MARIO ISOLA: “È stata un’altra giornata particolarmente calda al Mugello e gli pneumatici hanno offerto buone prestazioni. Il nuovo record della pista di ieri è stato battuto già in Q1 prima di essere ulteriormente migliorato nel Q3. Tutti i primi 10 piloti in griglia hanno scelto di iniziare la gara con pneumatici Soft, il che ovviamente inciderà sulla strategia per domani. Gestire il degrado sulle soft all’inizio della gara sarà fondamentale, e questo aiuterà a scegliere tra a una o due soste, con diverse strategie possibili. Oggi gli pneumatici Soft sono stati utilizzati dall’inizio alla fine delle qualifiche, ma la mescola Hard avrà sicuramente un ruolo importante domani, soprattutto per i piloti che sceglieranno una strategia a una sosta”.

SET A DISPOSIZIONE PER LA GARA (DATI PIRELLI)

LONG RUN DEI PILOTI NELLE PL2 (incognite benzina e mappatura di potenza – credits @tonisokolov1011)

Meteo previsto per la gara (15.10 orario italiano e locale) Ore 15: Prevalentemente soleggiato, 30°C, vento 14 km/h NE, probabilità pioggia 2% Ore 16: Prevalentemente soleggiato, 30°C, vento 16 km/h NE, probabilità pioggia 2%.

PROGRAMMAZIONE TELEVISIVA IN ITALIA Diretta Sky Sport F1 e TV8: 13.30 Paddock Live, 15.05 GP Toscana, 17.30 Paddock Live

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: