Vettel-Aston, ingaggio sotto ai 10 milioni

Vettel-Aston, ingaggio sotto ai 10 milioni

Sebastian Vettel sarà un pilota Aston Martin ma ovviamente senza le stesse condizioni economiche che aveva ottenuto dalla Ferrari. Il pilota tedesco ha accettato un ingaggio a cifre minori, rifiutando l’idea di ritirarsi dalla Formula 1.

“Tempo dl voltare pagina per Vettel. Lo aspetta un futuro da pilota della Aston Martin, il prestigioso marchio di auto inglesi che entrerà in F1 nel 2021 con i propri colori, e del quale Seb sarà anche testimonial in stile agente 007. «Il ritorno della Aston Martin nei gran premi è una grande storia, bello farne parte», dice Vettel. L’ambizione del team di Stroll, il magnate canadese attivo nella finanza e proprietario in passato di marchi di moda come Tommy Hilfiger e Michael Kors, è di scalare posizioni fino ad arrivare in vetta al business dei GP (vorrebbe anche Adrian Newey della Red Bull). Perciò ha ingaggiato il 4 volte iridato, che ha firmato per 3 anni, andando ad affiancare Lance Stroll, Il figlio del padrone. L’ingaggio dovrebbe essere intorno ai 10 milioni di dollari a stagione (8,5 milioni di euro). Niente di paragonabile ai 36 milioni all’anno percepiti dalla Ferrari, ma si tratta di una scommessa, e le alternative sul mercato non c’erano per Seb. La pista di un ritorno alla Red Bull non è stata mai realistica, nonostante gli ottimi rapporti che restano con Horner e Marko, anche perché la convivenza con Verstappen non sarebbe convenuta a nessuno. Dietro all’operazione ci sono i capitali della Aston Martin, rilanciata all’inizio del 2020 dall’iniezione di risorse provenienti da Stroll e dalla cordata di imprenditori a lui legati. Nell’azionariato è entrato anche Toto Wolff che ha caldeggiato l’ingaggio di Seb“. LUIGI PERNA, La Gazzetta dello Sport

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: